Il Terzo Paradiso al Centesimo Giro d’Italia a Biella

18  maggio 2017

 

Il Terzo Paradiso, fusione fra il primo in cui gli esseri umani erano totalmente integrati nella natura ed il secondo, paradiso artificiale sviluppato dall’intelligenza umana, fatto di bisogni, prodotti artificiali e comodità artificiali che ingenera processi di degrado e consunzione del mondo naturale, rappresenta la terza fase dell’umanità, relazione equilibrata tra l’artificio e la natura.
Il Terzo Paradiso, simbolo della ricerca artistica del maestro biellese dell’arte contemporanea internazionale Michelangelo Pistoletto, sabato 20 maggio sarà al santuario di Oropa  a Biella, per l’arrivo della tappa del centesimo Giro d’Italia 2017.

 

Il “doppio infinito”, simbolo del Terzo Paradiso, verrà realizzato con indumenti e tessuti rosa sulla superficie del Prato delle Oche, accanto al rettilineo d’arrivo, grazie alla partecipazione degli studenti dell’istituto Eugenio Bona e del liceo Giuseppe e Quintino Sella ed al contributo di aziende tessili quali Italfil, Lanerie Agnona, Marchi e Fildi e dell’Associazione Gomitolo Rosa Onlus.

 

Il Simbolo, che caratterizza la recente ricerca artistica di Pistoletto, sotto la grande cupola del Santuario vuole rappresentare la possibilità e la necessità di vivere lo sport in maniera pulita e responsabile, senza l’utilizzo da parte degli atleti di dopping e sostanze dannose all’organismo umano.

 

Un messaggio importante in questo mondo di contraddizioni nel quale si immedesimeranno anche i ragazzi addetti alla «costruzione» del Terzo Paradiso di Oropa ed al quale si associa Gomitolo Rosa Onlus.

 

Insieme per diventare ambasciatori di un cambiamento.