MENU
Title Image

Giornata della Lana

Il recupero della lana e la sua valorizzazione

 

Ciò che un tempo per gli allevatori era considerata una ricchezza, la lana, è diventata oggi un costo. Infatti ad ogni primavera inoltrata le pecore devono essere tosate, ma il vello rasato non è più appetibile sul mercato e se non viene venduto è considerato dalla legge italiana un “rifiuto speciale”: il pastore non può abbandonarlo nei campi, pena l’inquinamento del suolo, né bruciarlo, pena l’inquinamento dell’aria. Il problema pare quindi non avere soluzione.

In tutto il mondo si allevano pecore, agnelli e montoni per mangiarne la tenera carne o per produrre formaggi con il loro latte così particolare. Un tempo se ne utilizzava anche la lana fino all’ultimo fiocco, per tessere, per riempire cuscini e materassi, per produrre lanolina. Oggi l’uso della lana è ridottissimo perché le fibre sintetiche costano molto meno (anche se stanno inquinando i nostri mari) e perché materassi e cuscini in materiali artificiali sono molto più semplici da gestire e non richiedono manutenzione (che forse nessuno saprebbe più fare, tra l’altro).

NUMERI

Ogni pecora produce almeno 1,5 Kg di lana all’anno e non possiamo lasciargliela addosso. Il numero di ovini che brucano l’erba della Penisola è di 6,5 milioni di capi, di cui circa 3 milioni solo in Sardegna. Il quantitativo di lana prodotta nel 2019 è stato di circa 10/12 milioni di Kg.

Cosa succede a questa lana? L’80% della lana italiana viene esportato come lana “sucida”, cioè imballata direttamente dalla tosatura, senza alcuna operazione di pulizia e di lavaggio ed inviata principalmente in India, Cina e sud est Europa per essere poi mischiata a fibre sintetiche e rivenduta oppure per la produzione di tappeti ad uso domestico o industriale. Un 10/15% viene utilizzato per consumo interno. Resta quindi ancora un 5/10% che si presume vada disperso (bruciato o interrato) o trattato come rifiuto speciale».

Queste percentuali possono variare ogni anno e abbiamo quindi a che fare con numeri stimati e non certi. Anche “solo” un 10% di lana buttata, significa parlando dell’Italia più di 1 milione di chili sprecati ogni dodici mesi! Chili di lana che potrebbero essere trasformati in centinaia di migliaia di gomitoli e poi in milioni di ore di piacevole lavoro a maglia, a beneficio delle pazienti oncologiche, le quali in solitudine o in compagnia, potrebbero ricavarne giovamento.

FONTE AGENZIA LANE D’ITALIA.
EVENTI ORGANIZZATI

27 marzo 2019

GIORNATA DI STUDIO promossa da Gomitolorosa dal titolo “Salute individuale, benessere ambientale e solidarietà sociale” in collaborazione con Agenzia Lane d’Italia e Legambiente, e che vede confrontarsi diversi esperti provenienti da più settori e rappresentanti del mondo delle associazioni, proprio sul caso del recupero della lana.

 

Comunicato stampa dell’evento

Consulta gli interventi degli esperti presenti all’incontro di Roma del 27 marzo

Giornata studio Gomitolorosa

09 aprile 2021

GIORNATA DELLA LANA – Data identificata come inizio rappresentativo del periodo della tosatura, Gomitolorosa Onlus in collaborazione con Agenzia Lane d’Italia e Legambiente, lancia la prima giornata italiana della lana, una celebrazione di questo prezioso prodotto naturale e dei suoi diversi utilizzi, per sensibilizzare sull’importanza di ridurre lo spreco della lana ed incentivarne il recupero. La giornata della lana in Italia confluisce nella Giornata Europea della Lana grazie alla promozione da parte di EWE, European Wool Exchange www.ewe.network/home, la Fondazione di cui Gomitolorosa è fondatrice. EWE, che ha sede a Cipro, ha l’obiettivo di coordinare tutte le Associazioni e realtà che in Europa si interessano all’economia circolare della lana.

 

Comunicato stampa dell’evento 

Rassegna stampa

Consulta il programma degli interventi presenti alla GIORNATA DELLA LANA 2021

GUARDA I VIDEO DELLA GIORNATA DELLA LANA • 9 APRILE 2021

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Accetta e chiudi' acconsenti al loro utilizzo. Senza consenso alcune parti del sito non vengono visualizzate. Per maggiori informazioni leggi qui l'informativa completa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi